Vaccinazioni anti-COVID 19 AGGIORNAMENTI

 venerdì 14 maggio 2021

Aggiornamenti e riferimenti importanti

Prenotazione vaccini

Da lunedì 17 maggio si aprono le agende per le prenotazioni delle vaccinazioni anti COVID-19 per i cittadini nella fascia di età compresa tra 40 e 59 anni. 
Riguardo ai quarantenni si intende nati nel 1981, indifferentemente se hanno compiuto o meno i 40 anni.  
A seguito del parere del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) nazionale per l'emergenza Coronavirus, l'intervallo tra la prima e la seconda dose dei vaccini mRna sarà esteso entro i 42 giorni.

Restano immodificate le altre disposizioni che prevedono la prosecuzione delle vaccinazioni per:

tutte le persone di età compresa tra 18 e 39 anni con patologie croniche

- al personale scolastico e universitario docente e non docente, agli educatori e addetti dei centri estivi; 
- alle Forze di polizia / Forze armate / Guardia di finanza / Vigili del fuoco impiegate nel contrasto e contenimento dell'emergenza COVID-19 o in servizi prioritari di ordine pubblico, di soccorso o di protezione civile; 
- a organizzazioni di volontariato della Protezione civile impiegate in prima linea a supporto delle attività di contrasto e contenimento dell'emergenza COVID-19; 
- al personale dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli non ancora sottoposto alla prima somministrazione che svolge ex lege, con funzioni di polizia giudiziaria, esclusive attività negli spazi doganali, costantemente impiegato in servizi essenziali anche per il contrasto del fenomeno pandemico; 
- al personale sanitario e non sanitario che presta servizio presso strutture sanitarie pubbliche e private non ancora vaccinato.
- persone fragili e loro familiari/caregiver;
- operatori sanitari e soggetti appartenenti alle altre categorie dei "servizi essenziali" che abbiano già ricevuto la prima dose, indipendentemente dall'età.

Le prenotazioni delle seconde somministrazioni sono confermate per tutti i cittadini che hanno già effettuato la prima vaccinazione, salvo i casi per cui sia prevista una sola dose (es. persona che ha già avuto la malattia meno di 6 mesi prima della vaccinazione).

Tabelle riepilogative di riferimento

Le tabelle qui disponibili riportano le modalità di vaccinazione riguardo alle seguenti categorie prioritarie 
  • CATEGORIA 1 A: persone a elevata fragilità
  • CATEGORIA 1 B: persone a elevata fragilità e conviventi di persone a elevata fragilità
  • CATEGORIA 1 C: persone in lista d’attesa per trapianti o trapiantati e loro conviventi
  • CATEGORIA 1 D: disabili gravi e loro familiari conviventi e caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto
  • CONVIVENTI E CAREGIVER già prenotati con vaccino Vaxzevria al 9 aprile 2021 e di età minore di 60 anni
  • CATEGORIA 2: persone di età compresa tra 60 e 79 anni che non sono estremamente vulnerabili
  • CATEGORIA 4: persone di età compresa tra 18 e 39 anni con patologie croniche
  • SERVIZI ESSENZIALI con età inferiore a 60 anni prenotati per seconda dose
  • SERVIZI ESSENZIALI con età inferiore a 60 anni compiuti già prenotati per prima dose
  • PERSONALE del SSR
Al momento della vaccinazione: i cittadini con patologia devono portare documentazione attestante la patologia (ad esempio: lettera dimissione, diagnosi specialistica, piano terapeutico, etc.) mentre solo per le Forze di polizia / Protezione civile dovrà essere consegnata l'autocertificazione compilata 
 

Modalità di prenotazione

La vaccinazione si può prenotare:
- tramite gli sportelli CUP delle Aziende sanitarie
- tramite le farmacie territoriali convenzionate
- tramite il Call center al numero unico 0434 223522
- online entrando nel portale dedicato alle prenotazioni

Informazioni sui vaccini

I vaccini attualmente disponibili sono quattro: Pfizer BioNTech e Moderna, costituiti di una molecola di RNA messaggero (mRNA), avvolta in un guscio di lipidi, che servono a proteggerlo, Vaxzevria-AstraZeneca e Janssen, costituiti da un adenovirus modificato e inattivo.
Tutti i vaccini inducono la produzione di anticorpi contro la proteina Spike di SARS CoV-2. Tutti i vaccini, a eccezione di Janssen (monodose), devono essere somministrati in due dosi distanziate.
Grazie agli studi compiuti su decine di migliaia di volontari sappiamo che i vaccini disponibili sono sicuramente efficaci nel proteggere dall’infezione. Gli studi sull’efficacia si concluderanno tra due anni, quindi mano a mano che passa il tempo avremo sempre più informazioni sulla durata dell’efficacia protettiva a lungo termine.
Allo stato attuale tutti i vaccini disponibili hanno un profilo di sicurezza elevato e tra loro equivalente e sono somministrabili a tutte le persone con almeno 18 anni di età compiuti (il Pfizer BioNTech dai 16 anni compiuti). Anche chi ha già avuto la malattia COVID-19 può essere vaccinato senza pericolo.
Gli effetti collaterali dei vaccini contro SARS-COV-2 sono simili a quelli di altri vaccini, quelli più frequenti sono:
- dolore nel sito dell'iniezione;
- febbre;
- mal di testa;
- dolori muscolari.
Durante le sperimentazioni non sono state riscontrate reazioni allergiche. Tuttavia, nel corso della vaccinazione sul campo, alcuni pazienti con storia di anafilassi (grave reazione allergica che coinvolge tutto il corpo) hanno sviluppato una forte reazione allergica al vaccino; come per tutti i vaccini, questo tipo di reazioni sono estremamente rare. Questi soggetti verranno valutati caso per caso ed eventualmente sottoposti a vaccinazione in ambiente protetto.
In presenza di patologie rilevanti, le eventuali controindicazioni devono essere valutate preventivamente con il medico curante o lo specialista di riferimento.
È opportuno che tutte le persone, anche se vaccinate, continuino a rispettare le misure di prevenzione generale contro la diffusione della malattia, non avendo certezza della durata dell’immunità acquisita.
Queste informazioni potrebbero essere suscettibili di modifica e verranno aggiornate periodicamente.