Donazione e conservazione del sangue di cordone ombelicale

Img

Donazione

Il sangue di cordone ombelicale è ricco di cellule staminali capaci di rigenerare le cellule del sangue, cioè i globuli bianchi, i globuli rossi e le piastrine. Può essere quindi usato per curare alcune malattie gravissime e mortali come le leucemie, i linfomi, il mieloma multiplo, l'aplasia midollare, malattie genetiche ereditarie come la talassemia, l'anemia falciforme, malattie congenite del sistema immunitario e metaboliche.

La donazione è anonima e gratuita, la raccolta non comporta rischi né per la mamma né per il bambino.

Basta fare un colloquio con gli operatori qualificati e dare il proprio assenso.

Decidere di donare il sangue del cordone ombelicale non toglie niente al proprio figlio, ma può essere fondamentale per salvare la vita a un adulto o a un bambino malato.

Il colloquio con gli operatori

Quando farlo

  • Pordenone: dopo la 32a settimana di gestazione, il mercoledì dalle 11:00 alle 13:00 alla Struttura di Pediatria (disponibili a incontri su appuntamento in caso di necessità)
  • San Vito al Tagliamento: alla 37a settimana, al reparto di ostetrica

Cosa serve

  • Documentazione della gravidanza
  • Informativa del Centro Nazionale Sangue da leggere prima dell'acquisizione del consenso informato

 

Informazioni

Servizio di Oncologia Pediatrica di Pordenone
telefono: 0434 399536
email: oncoped@asfo.sanita.fvg.it

Servizio di Ostetricia di San Vito al Tagliamento
telefono: 0434 841460

Conservazione

In Italia non è consentita la conservazione per uso unicamente autologo (personale) del sangue del cordone ombelicale. Questo tipo di conservazione non è supportata da evidenze scientifiche sulla sua effettiva efficacia. Chi sceglie di esportare il sangue cordonale per uso autologo deve conservarlo in banche operanti all'estero.

Come e a chi presentare la domanda

Dal 1 novembre 2010 la richiesta all'esportazione di campioni di sangue da cordone ombelicale non deve più essere inoltrata al Ministero della Salute ma alla Direzione Sanitaria del presidio prescelta per il parto.

Per procedere con la domanda, la Direzione Sanitaria consegna ai diretti interessati:

  • il modulo di richiesta di autorizzazione esportazione campioni di sangue del cordone ombelicale
  • il modulo informativo per il counselling (sulla raccolta, conservazione e utilizzo delle cellule staminali da sangue di cordone ombelicale);
  • l'informativa sulla privacy,
  • il materiale informativo del Ministero della Salute sul tema "Uso appropriato delle cellule staminali del sangue del cordone ombelicale".

L'interessato dovrà consegnare alla Direzione Sanitaria:

  • i referti dei marcatori infettivologici dell'epatite B, C e dell'HIV (HBsAg, Anti-HCV, Anti-HIV 1-2), eseguiti sul siero materno nell'ultimo mese di gravidanza, in un laboratorio pubblico o privato accreditato nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale
  • il modulo informativo per il counselling debitamente compilato e sottoscritto in tutte le sue 3 componenti
  • le certificazioni fornite dalla Banca estera dove verrà conservato il campione relativamente a:
    - conformità dei dispositivi di prelievo ai requisiti previsti dalle normative vigenti, inclusi quelli in materia di sicurezza degli operatori
    - attestazioni di conformità delle procedure di prelievo e di confezionamento del campione alle norme vigenti nazionali e internazionali.

Costi

Il soggetto che richiede la raccolta e l'autorizzazione all'esportazione deve versare all'Azienda sanitaria un rimborso di € 300,00 a ristorno dei costi sostenuti relativamente alle operazioni svolte per il rilascio dell'autorizzazione e per la raccolta del campione di sangue cordonale.

 

Informazioni

Segreteria Direzione Medica Ospedaliera Pordenone
telefono: 0434 399201-0434 399716
email: dmopn@asfo.sanita.fvg.it

Segreteria Direzione Medica San Vito al Tagliamento
telefono: 0434 841200
email: ds.sanvito@asfo.sanita.fvg.it

Documenti utili