Dimissioni da struttura ospedaliera

In questa pagina vengono fornite indicazioni sulle modalità di dimissione del paziente.

L'uscita dall'Ospedale viene comunicata dal medico del reparto, che rilascia la lettera di dimissione da consegnare al medico di famiglia e che contiene una sintesi clinico-terapeutica del periodo di ricovero e le indicazioni relative al percorso di continuità di cura. Durante il ricovero il paziente può, in qualsiasi momento, decidere (anche contro il parere dei sanitari) di essere dimesso, sottoscrivendo una dichiarazione che attesti questa volontà.

Al fine di garantire la continuità assistenziale, i pazienti in visita ambulatoriale o i degenti in fase di dimissione ricevono il primo ciclo di terapia farmacologica. A completamento del ricovero, possono essere eseguite prestazioni sanitarie dopo la dimissione del paziente. Tali prestazioni, richieste dal medico di reparto, devono essere erogate nei ventuno giorni successivi alla dimissione stessa. Essendo eseguite in funzione del ricovero, per queste prestazioni non è prevista la quota di partecipazione alla spesa (ticket) a carico dell'utente. Per i ricoverati che sono impossibilitati a deambulare e ad essere spostati con i comuni mezzi di trasporto, dopo la valutazione del medico curante è previsto il trasporto gratuito a domicilio tramite ambulanza (in ambito provinciale). I pazienti che al momento della dimissione non sono ancora del tutto autosufficienti o che necessitano di cure riabilitative e/o assistenziali, possono essere affidati temporaneamente ad apposite strutture di degenza denominate Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) oppure assistiti direttamente a domicilio dal Servizio di assistenza domiciliare (ADI). Questa forma di dimissione (definita "protetta") è attivata su richiesta dell'Unità operativa o dei familiari, in collaborazione con il Distretto sanitario di appartenenza ed il Servizio sociale del Comune di residenza.

La cartella clinica, dopo la dimissione, viene conservata per un periodo illimitato. L'utente ha diritto di chiedere copia della documentazione sanitaria prodotta durante il periodo di ricovero (è altresì possibile chiedere copia di singole prestazioni erogate dalle strutture ospedaliere non in regime di ricovero). In caso di delega, il richiedente deve presentarsi con: delega sottoscritta dal delegante, fotocopia del documento di identità del delegante e documento di identità del delegato. Dopo la dimissione, il certificato di ricovero deve essere richiesto all'Ufficio accettazione spedalità, presentando un documento d'identità in corso di validità.

Dove e quando

contatti

  • telefono: 0434 399640

sede

via Montereale 24
33170 Pordenone (PN)

Centralino
0434 399111

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

ufficio accettazione spedalità

Padiglione L - piano terra
dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16

farmacia ospedaliera

Padiglione H
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13
(con prescrizione rilasciata dallo specialista della struttura ospedaliera)

contatti

  • telefono: 0434 841630; 0434 841639

sede

via Savorgnano 2
33078 San Vito al Tagliamento (PN)

Centralino: 0434 8411

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

ufficio ricoveri

Piano rialzato
dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14:30

 

contatti

  • telefono: 0427 595595 (centralino)

sede

via Raffaello 1
33097 Spilimbergo (PN)

Centralino: 0427 595595

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

ufficio ricoveri centralizzato

dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12:30