Donazione di sangue

Il servizio fornisce agli interessati tutte le informazioni utili riguardanti la donazioni di sangue, plasma o piastrine.

Età
18-60 anni (per candidarsi a diventare donatori).

Chiunque desideri donare per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione.
È possibile continuare a donare fino al compimento del 65° anno d’età e fino al 70° anno previa valutazione del proprio stato di salute.

Peso
Non inferiore ai 50 kg.

Stato di salute
Buono.

Stile di vita
Nessun comportamento a rischio che possa compromettere la nostra salute e/o quella di chi riceve il nostro sangue.

La donazione di sangue è possibile solo presentando la tessera sanitaria elettronica e un valido documento d’identità (carta d’identità, patente o passaporto).

Donatore abituale
Su prenotazione attraverso CUP (0434 223522) oppure tramite l’associazione di donatori di appartenenza.

Nuovo donatore
Se ne accettano di norma cinque al giorno (due nelle sedi periferiche) tra le 8:00 e le 8:15 (tranne il sabato).

I nuovi donatori devono presentarsi nelle sedi indicate muniti di:

  • documento d’identità
  • codice fiscale/tessera sanitaria
  • se disponibile, di un elettrocardiogramma recente.

I giorni e gli orari di apertura dei Centri Trasfusionali sono consultabili in questa tabella.

Sul sito www.donasangue.fvg.it sono elencate le principali associazioni di donatori di sangue del Friuli Venezia Giulia.

Questionario e visita medica

Il donatore, prima della donazione, è tenuto a compilare un questionario relativo al suo stato di salute e allo stile di vita.

Successivamente, tramite colloquio e visita con il medico, viene stabilita l’idoneità e la tipologia di donazione da poter effettuare.
Durante la visita con il medico è possibile approfondire le risposte alle domande contenute nel questionario.

Colazione

Prima di accedere alla donazione è consigliabile una leggera colazione, evitando alimenti come il latte intero, creme, panna, burro e marmellate che potrebbero alterare gli esiti degli esami fatti successivamente.

Per preservare la salute del ricevente è importante essere in buona salute e non avere abitudini di vita a rischio.
Tutti i donatori devono passare il test sulla storia clinica prima della donazione.

Tutte le procedure di prelievo di sangue vengono effettuate sotto la sorveglianza e la responsabilità di personale sanitario.

È importante comunicare tempestivamente eventuali malattie insorte nei giorni successivi alla donazione per consentire al personale sanitario del S.I.T. di prendere i provvedimenti del caso.

Donazione sangue intero: la durata della procedura è in media di 10-15 minuti.

Donazione plasma e piastrine: la durata della procedura è in media di 50-60 minuti.

Dopo la donazione è sconsigliata l'attività fisica impegnativa e rischiosa.
I donatori sono invitati a consultare il documento contenente alcuni consigli per la fase successiva alla donazione.

Auto esclusione

Se il donatore stesso non si ritiene idoneo alla donazione, dopo aver preso visione delle cause della non idoneità, può decidere di:

  • non effettuare la donazione
  • parlare col personale sanitario per ulteriori chiarimenti
  • donare chiedendo che l’unità non venga utilizzata a scopo trasfusionale.

Sospensione temporanea e definitiva

Esistono condizioni patologiche/comportamentali non compatibili con la donazione in quanto dannose per il donatore o per il ricevente.

Sono causa di sospensione temporanea quelle condizioni per le quali, trascorso il periodo di non idoneità, è consentita la ripresa dell’attività della donazione (ad esempio sindrome influenzale, faringite, gastroenteriti, alcuni tipi di terapia (antibiotici), interventi chirurgici, viaggi in zone tropicali, gravidanza, ecc.).

Sono invece considerate cause di sospensione definitiva quelle condizioni per le quali si ritiene che il motivo di non idoneità non si modifichi nel tempo (ad esempio cardiopatie, anemia cronica, epatiti, ecc.).

Entro un tempo massimo di 24 ore, è possibile eliminare l’unità donata senza dover fornire spiegazioni e nel rispetto della tutela della privacy semplicemente comunicandolo alla segreteria telefonica di uno dei due numeri indicati, dichiarando dati anagrafici, data e luogo della donazione:

  • Medicina Trasfusionale di Palmanova: 0432 921554
  • Medicina Trasfusionale di San Vito al Tagliamento: 0434 841237.

L'elenco completo dei criteri di esclusione temporanea/definitiva è disponibile nel file Informazioni per il donatore (sezione "materiale informativo" in questa pagina) e a questo link.

Il servizio è gratuito.

Gli esami ematochimici e strumentali effettuati in occasione della donazione vengono valutati dal medico della struttura trasfusionale: servono a monitorare lo stato di salute del donatore e rendere idonea l’unità alla trasfusione.

I risultati vengono inviati per conoscenza al donatore.

Dove e quando

contatti

sede

via Montereale 24
33170 Pordenone (PN)

Centralino
0434 399111

Padiglione H - piano terra

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

contatti

  • telefono: 0434 841230
  • fax: 0434 841231

sede

via Savorgnano 2
33078 San Vito al Tagliamento (PN)

Centralino: 0434 8411

Padiglione A nord - Piano rialzato

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)